Archivio Tag: Italia

Provincia di Trento medaglia d’oro dello sport italiano

Dieci anni di statistiche di “sportività” delle province italiane, proiettano al primo posto la Provincia di Trento.

Nell’edizione del decennale della ricerca sull’Indice di sportività delle province italiane, curata per Il Sole 24 Ore dal Gruppo Clas, per la quarta volta il Trentino è nel lotto delle migliori tre in Italia.  In proporzione alla sua consistenza demografica  primeggia come numero di società, dirigenti  e tesserati, oltre ad affermarsi nelle  due macro-aree degli sport individuali e dei risvolti sociali legati allo sport. Ecco l’articolo pubblicato da Il Sole 24  ore.

E’ chiaro che un risultato del genere, ripetuto più volte in arco temporale significativo come può essere un decennio, rappresenta in maniera inequivocabile il buon governo ed un terreno fertile per lo sport. C’è però un particolare aggiuntivo. Lo sport non è solo benessere psico-fisico perché come penso e ripeto sempre, si tratta di un settore trasversale che dà e prende da tutti i segmenti della società: turismo, istruzione e università, salute, ambiente, politica, intrattenimento, lavoro, commercio.

Quando parliamo di sport, tocchiamo molti argomenti. Se la Provincia di Trento è in cima alla graduatoria stilata per il Sole 24 Ore da Clas, è perché ha seminato per molti anni, ha fatto sistema, ha creato il “clima” giusto e le condizioni favorevoli affinché l’ambiente nella sua globalità sia attrattivo e positivo per chi pratica, insegna e vive di sport, inteso non solo come agonismo ma anche come pratica di ben-essere.

Credo che il Trentino sia un modello e un laboratorio. Modello da studiare e da imitare e laboratorio dove provare ancora a migliorare, puntando a quei sistemi virtuosi sviluppati in nord Europa e nei paesi di matrice anglosassone. La strada è sicuramente quella giusta, in vista della sfida di Roma 2024 e di tutte le migliaia di eventi e attività che solo lo sport può generare ogni giorno in ogni provincia del nostro meraviglioso Paese.

Un nuovo modello per eventi a “misura d’uomo”

Ho letto con attenzione l’articolo del Prof. Jean-Loup Chappelet dell’Università di Losanna, grande conoscitore delle tematiche relative allo sport management e dell famiglia olimpica.

Dal suo articolo che linko volentieri (clicca qui) emerge chiaro come i Giochi Olimpici di Sochi appena conclusi accendono un dibattito molto serio all’interno della comunità internazionale. Non si parla di “decrescita felice”  ma di eventi a misura d’uomo. In Trentino, abbiamo sperimentato cosa significhi organizzare un grande evento (Universiade Invernale) con poche risorse e tempo. Inconsapevolmente abbiamo costruito un nuovo modello per i grandi eventi. Attenzione ai dettagli organizzativi, strumenti di project e creatività. Lo sfruttamento dell’impiantistica esistente sono condicio sine qua non per affrontare una sfida globale come quella di un evento mondiale e qui entrano in gioco le federazioni internazionali,  e tutti i right holders. (altro…)

Grandi eventi: serve una pianificazione

Più che un blog servirebbe un sito completo per trattare il tema dei grandi eventi sportivi. Questo è il post di apertura di questo “bar virtuale”. Considero così questa opportunità e questo spazio nel quale mi piacerebbe discutere civilmente con amici e appassionati di sport e di organizzazione sulle varie tematiche che solo lo sport riesce ad accomunare.

Perchè avranno deciso di ospitare questo grande evento ? E’ la domanda che mi pongo ogni qualvolta vedo il nome della città seguito dall’anno. Era un classico per l’Olimpiade ma lo è diventato anche per altri grandi eventi come le rassegne mondiali delle varie federazioni internazionali, rassegne continentali e così via. Mi chiedo perchè una città dovrebbe lottare per avere un Gran Premio di Formula Uno,  l’America’s Cup, i Campionati Mondiali di una disciplina o gli Europei.

La visibilità e la promozione sono la risposta immediata ma anche la più banale o scontata. In verità vi sono molteplici fattori e dinamiche, talvolta legate a situazioni che affondano le radici strettamente alla situazione di questa o quella realtà territoriale che sarebbe difficile per non dire inutile analizzare questi fattori all’interno di un modello di valutazione globale.  (altro…)