Archivio Tag: juventus

Quanto è importante l’identità visiva per un evento o un club sportivo?

Quando si parla di eventi, ma vale un ragionamento simile anche nel caso dei grandi club professionistici, tutto ciò che è comunicazione in senso lato viene visto come un qualcosa che può attendere o comunque che “viene dopo”. Dopo a tante altre cose: il settore prettamente sportivo (giusto che questo sia sempre il primo aspetto attenzionato dal management), il commerciale, l’amministrativo. Forse perchè in passato si sono spese cifre folli in campagne di comunicazione senza senso o in operazioni scriteriate. Senza essere accademici e proporvi un articolo sul significato di marchio o su tutto ciò che ad esso ne consegue cioè il famoso branding (posizionamento, tutela, etc.) voglio dare evidenza ad alcuni casi virtuosi che mi hanno colpito negli ultimi mesi.

Inizio dall’ultimo in ordine temporale, la nuova identità visiva (per non usare i soliti inglesismi) dei Campionati del Mondo di sci alpino Cortina 2021. Osservando il logo ma soprattutto il video manifesto si capisce esattamente il tipo di evento che gli organizzatori vorrebbero proporre. Sembra una cosa scontata ma vi garantisco non è sempre così. Anzi, il più delle volte guardo e riguardo un video o un logo e mi sembra di non capire nulla. Nel caso di Cortina 2021 è stato immediato. Fate una prova: osservate il video e poi leggete le parole che trovate a questo link, direttamente dal sito ufficiale di Cortina 2021.

Un esempio simile lo possiamo ritrovare nella rielaborazione del logo Juventus. Questo devo dire si presta ad una lettura più complessa ma è sicuramente un esempio di una visione moderna, innovativa e coraggiosa. Ma solo chi ha fiducia nel futuro e nei propri mezzi può innovare, sia un prodotto che la propria immagine. Anche in questo caso vi invito ad osservare l’immagine e poi a leggerne una spiegazione molto chiara al seguente link. A volte seguendo le spiegazioni degli addetti ai lavori si apre un nuovo mondo che magari non avevamo capito dalla semplice osservazione del logo. Ma come una canzone va ascoltata più volte per essere capita, così anche un’immagine necessita del suo tempo. Una cosa è certa: un logo e un’identità visiva dovrebbero rappresentare nella migliore maniera possibile la visione altrimenti rimangono semplici esercizi creativi.

Mi piace infine ricordare anche l’esperimento (molto criticato dagli esperti del settore) del Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 che per il rebranding ha optato per una formula di “democrazia partecipata”,  raccogliendo proposte da chiunque ne avesse avuto desiderio.

In questo caso è apprezzabile il tentativo ma credo sia molto più difficile che un “esterno” possa interpretare a pieno la volontà del committente che invece deve avere come obiettivo finale quello di trasmettere il passato, presente ma soprattutto futuro di un evento in questo caso.

Sport business news – a cura di David Cushnan

Nuovo appuntamento con la speciale selezione di David Cushnan sul mondo della sport economy.

Eccoci con l’appuntamento costante con la speciale rassegna stampa di David Cushnan dal mondo dello sport business. Si tratta di una selezione dai media di tutto il mondo, non solo carta stampata ma anche digitale. Analisi, interviste, profili, curiosità, numeri. Quanto di interessante o particolare è emerso durante la scorsa settimana nel mondo delle sponsorizzazioni sportive, dei grandi eventi, atleti, diritti tv , politica sportiva. C’è un link diretto alla fonte originale. Siamo certi troverete sicuramente qualcosa che vi interessa.

Ecco le news di questa settimana:

Come sempre invito tutti a condividere il post e se avete domande o critiche, scrivete una mail.

Alla prossima, sportivamente

Sport business news della settimana, a cura di David Cushnan

shelf

Nuovo appuntamento settimanale con gli approfondimenti e le news suggerite da David Cushnan. Il post settimanale è la traduzione in italiano dei principali capitoli della rubrica curata da David dai quali si può facilmente accedere agli approfondimenti attraverso le fonti originali in inglese. Il post delle news settimanali di David assume molta importanza per coloro i quali hanno la propria attività principale nello sport ma anche per coloro che sono semplicemente curiosi di capire come è organizzato lo sport nel mondo, come è finanziato e regolato. Come sempre, troverete un mix di profili personali, di interviste, di articoli e di opinioni e il tutto tratto da diverse fonti, tra cui giornali, siti web specializzati, pubblicazioni commerciali di settore e canali social come LinkedIn e altri. Se tutto ciò vi sembra interessante o quanto meno curioso, vi invito a leggere le news della settimana:

  • Lo sport in fin dei conti rappresenta anche un grande business e tutto ciò viene rappresentato in maniera molto chiara e brillante da questa applicazione multimediale nel sito web ufficiale dello Juventus football club. Questo servizio vi fa conoscere la complessità di una normale partita di calcio allo Juventus Stadium; informazioni per qualcuno scontate ma per molti curiose e sconosciute. Questa è la gestione che la maggior parte dei grandi team sportivi dovrebbero tendere ad raggiungere.
  • Un pezzo molto utile di Daniel Johnson tratto dal Daily Telegraph sull’uomo più potente della Formula Uno, Donald Mackenzie, che con CVC Capital Partners celebra (non sappiamo se “celebrare” sia la parola giusta) i dieci anni di proprietà.
  • Andando direttamente alla  Formula Uno, se avete un’oretta libera potete ascoltare questo podcast, con un’intervista di Ed Foster per Motor Sport magazine con  Ross Brawn e Nick Fry i quali fanno un’analisi sulla stagione 2009, che culminò con la vittoria del Campionato del Mondo di Jenson Button.  Fry e Brawn erano nel management del Team Honda e l’intervista racconta tutta l’operazione Honda-Brown e le intuizioni del manager.
  • Gli ultimi giorni hanno rappresentato una parentesi triste per il mondo del ciclismo professionistico mondiale dopo la morte del ciclista Antoine Demoitié, colpito da una moto al seguito della Gent-Wevelgem sabato della scorsa settimana. Questo commento di Neal Rogers per Cycling Tips, è una considerazione personale su quanto accaduto e un’analisi sul significato per questa disciplina e per il futuro della produzione televisiva di questo sport.
  • Rimanendo sulla costa ovest degli Stati Uniti, dovete assolutamente leggere questo pezzo che racconta i come il team NFL dei Rams sta preparando il suo sbarco. Chi legge la rubrica di David che proponiamo in Italia avrà capito la sua predilezione per i pezzi che riguardano la logistica dello sport: questo è un pezzo tratto da MMQ di Robert Klemko e narra di come la franchigia dei Rams sta organizzando il ricollocamento  e dovrà comunque affrontare alcune stagioni come dei “nomadi” in attesa che il super stadio del visionario proprietario della squadra Stan Kroenke venga costruito (2019).
  • Si sta avvicinando l’apertura ufficiale della Major League di Baseball e si sono accesi i riflettori su tutto il circo mediatico soprattutto legato al mondo dei network locali che seguono la lega americana. Joe Flint e Matthew Futterman, scrivono per il Wall Street Journal, ed hanno analizzato la situazione dei New York Yankees, del network YES e di Comcast, e delle loro dispute.

Si conclude così anche questo lungo post e la rubrica a cura di David Cushnan. Per qualsiasi domanda o curiosità, come sempre scrivete a filippo.bazzanella@gmail.com. Alla prossima.