Archivio Tag: TRENTINO

Euregio alle Olimpiadi invernali del 2026?

Tirolo, Trentino e Alto Adige uniti all’appuntamento del 2026?

Prendo spunto da un interessante articolo di Sarah Franzosini che analizza, grazie all’aiuto del ricercatore dell’Università di Innsbruck Martin Schnitzer, le potenzialità di una candidatura innovativa ed unica nel suo genere. Ovviamente una sola delle città fra Innsbruck, Bolzano e Trento potrebbe essere la città ospitante per il CIO. Ma è vero che l’Agenda 2020 permette “l’allargamento” delle sedi di gara ai territori limitrofi anche di altre nazioni soprattutto là dove ciò implichi risparmi di risorse e ottimizzazione di impianti ed organizzazioni già collaudati.

Invito tutti a leggere l’articolo di Sara Franzosini al seguente link. Colgo l’occasione per alcune riflessioni. L’Agenda 2020 è stata una grande rivoluzione per lo sport olimpico, ma molti non l’hanno ancora capito. Si tratta ora di guardare avanti e saper cogliere le occasioni. Sulle Olimpiadi invernali 2026 si stanno muovendo molti comitati. Austria e Svizzera hanno commissionato degli studi di fattibilità. Non sono soldi buttati ma investimenti sul futuro.

E’ inevitabile che un grande evento comporti delle spese ma è anche una grande occasione di visibilità per località turistiche, a maggiore ragione nel caso del turismo invernale. (altro…)

Provincia di Trento medaglia d’oro dello sport italiano

Dieci anni di statistiche di “sportività” delle province italiane, proiettano al primo posto la Provincia di Trento.

Nell’edizione del decennale della ricerca sull’Indice di sportività delle province italiane, curata per Il Sole 24 Ore dal Gruppo Clas, per la quarta volta il Trentino è nel lotto delle migliori tre in Italia.  In proporzione alla sua consistenza demografica  primeggia come numero di società, dirigenti  e tesserati, oltre ad affermarsi nelle  due macro-aree degli sport individuali e dei risvolti sociali legati allo sport. Ecco l’articolo pubblicato da Il Sole 24  ore.

E’ chiaro che un risultato del genere, ripetuto più volte in arco temporale significativo come può essere un decennio, rappresenta in maniera inequivocabile il buon governo ed un terreno fertile per lo sport. C’è però un particolare aggiuntivo. Lo sport non è solo benessere psico-fisico perché come penso e ripeto sempre, si tratta di un settore trasversale che dà e prende da tutti i segmenti della società: turismo, istruzione e università, salute, ambiente, politica, intrattenimento, lavoro, commercio.

Quando parliamo di sport, tocchiamo molti argomenti. Se la Provincia di Trento è in cima alla graduatoria stilata per il Sole 24 Ore da Clas, è perché ha seminato per molti anni, ha fatto sistema, ha creato il “clima” giusto e le condizioni favorevoli affinché l’ambiente nella sua globalità sia attrattivo e positivo per chi pratica, insegna e vive di sport, inteso non solo come agonismo ma anche come pratica di ben-essere.

Credo che il Trentino sia un modello e un laboratorio. Modello da studiare e da imitare e laboratorio dove provare ancora a migliorare, puntando a quei sistemi virtuosi sviluppati in nord Europa e nei paesi di matrice anglosassone. La strada è sicuramente quella giusta, in vista della sfida di Roma 2024 e di tutte le migliaia di eventi e attività che solo lo sport può generare ogni giorno in ogni provincia del nostro meraviglioso Paese.